Poesia. Il passaggio fra le mani, Ana Kramar

 

Ana Kramar

IL PASSAGGIO FRA LE MANI

Taccuino delle sensazioni 

ISBN 978-88-97469-02-5, pp. 80,

prezzo di copertina 7,00.

Collana di poesia ISHTAR

RISTAMPA

 

7,00 €
4,90 €
Metti nel carrello
  • disponibile
  • spedizione in 1-3 giorni1


Leggere la raccolta di poesie Il passaggio fra le mani di Ana Kramar equivale a immergersi in una dimensione di leggera indeterminazione dell’essere, dove a dominare sono la potenza di una espressività del vago e la sensibilità rappresentativa di forme indefinibili, di manifestazioni impalpabili.

La naturalezza poetica di Ana, avulsa da qualunque artificiosità o posa stilistica, poesia dopo poesia, dispone il lettore ad un ascolto partecipato e a un rapimento spirituale che rivela una ispirazione genuina e direttamente comunicante con l’ancestrale e incontaminata fonte poetica del sentimento. Il titolo stesso dell’antologia, Il passaggio fra le mani, suggerisce uno stato poetico dell’inafferrabile; ma proprio in questa accorata presa di coscienza irrompe la sofferta testimonianza di una voce sommessa e delicata che sembra intonarsi alla piacevole mestizia del vivere.

In geniali immagini dalle tenui tinte, si spiegano ritratti vicini ad un gusto decadente, in cui traluce una «formazione russa» alla quale Ana, anche per ragioni storico-geografiche, sembra particolarmente legata.

L’amore è la ragione d’essere, il soggetto principale di un “romanzo lirico” che accompagna per mano il lettore lungo la narrazione di una vicenda personale che fissa in imprendibili istanti la vitalità di impressioni sfuggenti; di emozioni che, perdendosi nel divenire, sembrano transitare appena nel “passaggio fra le mani”. 


  

Ana Kramar è nata nel 1977 a Sarajevo, dove ha vissuto fino allo scoppio della guerra nel ’92. Da Sarajevo è migrata con la famiglia nel sud della Croazia, e lì è rimasta fino al ’96, vivendo nella casa dei nonni materni e terminando gli studi superiori. Nel ’97 è giunta in Italia, e un anno dopo si è iscritta all’Università di Lingue e Letterature straniere di Parma. Si è laureata nell’ottobre del 2004 in Lingua e letteratura russa.

A vent’anni comincia a scrivere le prime poesie. Qualche anno dopo nascono anche i primi racconti brevi (Le due città, Le stanze rosse). Scrive in italiano e nella sua lingua madre, bosniaco-croata, cercando di preservare la sua identità slava. Attualmente vive in Italia, lavorando come interprete e traduttrice di italiano, russo, croato e inglese. La raccolta di poesie Il passaggio fra le maniTaccuino delle sensazioni è la sua prima pubblicazione.

 


CATALOGO e-Book Gilgamesh Edizioni

 

CATALOGO DEGLI e-Book Gilgamesh Edizioni

disponibile per l'acquisto immediato.

 

Questa estate leggi un libro Gilgamesh.

 

Clicca qui.

Editore amico e consigliato