Saggistica. Quaderno del Premio Acerbi - Letterature Cinesi, AA. VV.

 

AA. VV.

QUADERNO DEL PREMIO ACERBI - LETTERATURE CINESI

ISBN 978-88-6867-123-5 pp. 192,

prezzo di copertina € 22,00

Collana di saggistica ENKI

 

22,00 €
15,40 €
Metti nel carrello
  • esaurito

 

 

Un Paese che si estende dal mar Cinese fino alla Mongolia, al Turkestan, all’India, una popolazione di un miliardo e 36 milioni di persone, una storia che va dai leggendari Tre Augusti e Cinque Imperatori, ca. 2000 a. C. sino al 1911, fine dell’Impero, e poi all’altro ieri di Mao Tse-tung e del dopo Mao, e tornando indietro, nel mezzo un XII sec. della nostra era, non si può  trascurare il periodo mongolo degli Yuan nel quale si sviluppano scambi con i turchi, gli arabi, i persiani, con i mercanti genovesi e veneziani, con la Chiesa di Roma, quando hanno spazio le religioni mussulmane, l’ebraismo, il cristianesimo nestoriano, il manicheismo… Senza contare figure come Confucio e Lao Tze fondatori del Confucianesimo e del Daoismo a cui si aggiungerà il Buddhismo tibetano. Tralasciando le importanti  scoperte scientifiche ci si imbatte necessariamente con la lingua non alfabetica ma ideografica, un ulteriore salto. E tutto ciò nel nostro Quaderno? Quaderno, questa volta biennale, 1) la Cina in Cina e 2) la Cina fuori dalla Cina. Domanda che ci siamo posti anche in altre sfide minori. In questo caso, più che mai, si tratta di ridurre, di scegliere, coerenti con i nostri lavori precedenti: partiamo dal presente e dal presente necessariamente dobbiamo fare dei riferimenti al passato. Non c’è bisogno di scomodare Sant’Agostino per affermare che ogni presente diventa immediatamente passato e si sporge in un presentimento del futuro, e questi tempi diversi sono pieni di buchi, di assenze che ciascuno di noi cerca di riempire quando e quanto può. Per una Cina poi, che siamo abituati a filtrare attraverso gli stereotipi, un Paese favolosamente lontano, abitato da bianche geishe, guerrieri danzanti, infidi eunuchi. I nostri testi spero ci aiutino: ci parlano della ‘lingua’ cinese, citano il Dao, disegnano le chinoiserie, ricordano l’arrivo degli artisti cinesi alle Biennali di Venezia, la firma cinese nel cinema dei nostri anni, i singoli e i gruppi espatriati, cinesi fuori dalla Cina, e inoltre gli autori tradotti che abbiamo letto e dei quali abbiamo formulato un giudizio. In un periodo nel quale sembrano aumentare a vista d’occhio cinesi che s’incontrano nei più diversi contesti, ancora di più cresce, con questo appuntamento del Quaderno, il desiderio di allargare le nostre poche conoscenze. In ogni caso credo che si possa essere soddisfatti di aver iniziato un altro inizio.

 

 

 

Un ultimo punto. Come per ogni Paese, la lunga vicenda cinese è ricca di trionfi e di tragedie, di risultati e di sconfitte, le due guerre dell’oppio, la cessione di Hong Kong, il fallimento della rivolta dei Boxer, il lutto del mancato ‘balzo in avanti’, le tragedie della Rivoluzione culturale, Tienanmen…. Ma pure, tra i risultati, la progressiva e silenziosa ripresa della propria centralità mondiale, il sempre più debole intervento della censura, il diventare poco per volta un fattore imprescindibile e pacifico dello sviluppo e degli scambi internazionali. Prima avevamo in mente soltanto alcuni punti slegati e contradditori della sua storia. Ora sappiamo che la Cina è a pieno titolo una parte importante del nostro mondo.

 


CATALOGO e-Book Gilgamesh Edizioni

 

CATALOGO DEGLI e-Book Gilgamesh Edizioni

disponibile per l'acquisto immediato.

 

Questa estate leggi un libro Gilgamesh.

 

Clicca qui.

Editore amico e consigliato

Jooble