LA COMUNITÀ DEI SOGNI

Hai sognato questo libro?...

Narrativa. La comunità dei sogni, Daniele Vazquez

Daniele Vazquez

LA COMUNITÀ

DEI SOGNI

ISBN 978-88-97469-13-1, pp. 388,

prezzo di copertina € 10,00

Collana di narrativa ANUNNAKI

 

15,00 €
10,50 €
Metti nel carrello
  • disponibile
  • spedizione in 1-3 giorni1


XXII secolo. Scappa, ma scappa davvero e non fare piani, ogni piano ti rende prevedibile al nemico e il caso è un potente alleato contro chi pianifica l’ordine del mondo. Non è detto che tu debba andare lontano, talvolta la migliore fuga è nel tuo stesso luogo e, al contrario, c’è un modo di restare che è lo stesso ovunque ti muovi, qui o altrove. Allora: scappi o resti? Se scappi, parti da piccole cose: c’è un modo di baciare che è incomprensibile alle burocrazie e al controllo. C’è anche un modo di sognare che ti permetterà di accedere a una cospirazione che si prende gioco di chi smantella le invenzioni della tua felicità per rivendertele sul mercato. Se l’hai sempre saputo non ti ci vorrà molto per far parte dell’eterorete, ribelli nei sogni e perfetti sconosciuti nella veglia.

La crudele setta degli animali è convinta che la colpa dei mali del mondo sia degli alieni e degli individui misteriosi chiamati Senza Dio hanno trasformato la tua vita in un teatro di cui sono i suggeritori. Le liziane sono tutte uguali, giocano alla rivoluzione ma si troveranno a fare una scelta davvero rivoluzionaria e l’Adunanza ha modelli teo-matematici per prevedere gli eventi e condizionare il tuo destino.

Il mondo reale è senza sbocchi, il linguaggio si estingue, dei viaggi spaziali non importa niente a nessuno, i satelliti di una volta sono spazzatura nel cielo, la gente va in razzo e sogna di infrattarsi sotto terra, la mente ha una zona pubblica che non ti appartiene, dove c’era la campagna c’è una sola dispersa discontinua città e dove c’erano le città ci sono rovine, tossici e feste, il governo è surrealista e l’opposizione si affida agli oroscopi. E poi una crisi, una crisi globale devastante da cui i poteri economici pensano di uscirne iniettando pubblicità nei sogni. Un ragazzino autistico si troverà al crocevia di tutti gli eventi.

L’unico spazio libero sembravano i sogni, forse lo sono, vale la pena provare, ma anche qui cautela, potresti doverne rispondere davvero, perché niente illusioni sognatore: la partita decisiva si gioca sempre e comunque nella veglia.


 

Daniele Vazquez (Roma, 1973) è antropologo urbano, scrittore e personaggio letterario. Tra i primi aderenti al Luther Blissett Project, nel 2000 partecipa al suo seppuku producendo sotto lo pseudonimo Associazione Psicogeografica Romana il disco The Open Pop Star (WOT4 records), cui partecipano esponenti del neoismo, della net.art e di aliensinroma. Ha fatto parte del collettivo men in red (mir), è stato tra i fondatori del network “occuparespazinterni” (osi) e del Dipartimento Arte e Propaganda (DAP). Dal 2004 fa parte del gruppo di ricerca urbana luoghisingolari.net. Ha scritto e scrive per diverse riviste, tra le quali Drome magazine, Exibart, NIM magazine, Basic Income Network, Arch’it e Artapartofcult(ure). Nel 2010 ha pubblicato il saggio “Manuale di Psicogeografia” (edizioni Nerosubianco). Attualmente è dottorando in Urbanistica presso l’Università IUAV di Venezia.



 

Prefazione de iQuindici, la repubblica democratica dei lettori

 

 

È un romanzo politico di oroscopi e tarocchi.
Il romanzo surrealista di un premier travolto dagli scandali e di un’opposizione imbelle.
La ribellione del ragazzo autistico che si sbava addosso.
L’antiutopia di una misteriosa città sconosciuta le cui arterie si chiamano Prenestina e Lungotevere, e secoli prima vi erano state costruite, in vista di un Giubileo, chiese dove oggi si ritrovano gli scoppiati e si tengono performance di artisti visionari.
L’evoluzione della psicanalisi in un futuro in cui il concetto di persona non è più legato a quello di individuo. Un gattopardo del futuro in cui imprese multinazionali e servizi deviati vogliono cambiare tutto per non cambiare niente.
Se hai sognato questo libro, forse dovresti leggerlo: è un libriccino sfocato, quasi illeggibile, un apocrifo di Sigmund Freud appena scoperto, che appare nei tuoi sogni in mezzo a tortellini dalla data di scadenza contraffatta e a donne-aquila che ti offrono protezione in cambio del tuo dichiararti preda.
Scappi o resti?


iQuindici presentano con gioia e con orgoglio questo romanzo di Daniele Vazquez. Orgoglio per aver, ancora una volta, fatto il piccolo miracolo, aver fatto incontrare Daniele, un ricercatore in psicogeografia approdato al romanzo in maniera quasi episodica (e speriamo che, adesso che è approdato, non lo abbandoni!) e Dario, il piccolo editore di qualità, che probabilmente non si sarebbero mai incontrati.
È passato un po’ di tempo dall’ultimo libro presentato da iQuindici, ma chi ci segue sa che il nostro servizio non consiste nel far uscire i libri: consiste anzi nel rifletterci sopra in modo che venga fuori quello che assolutamente deve venir fuori. Non abbiamo logiche né commerciali né d’altro tipo a cui star dietro. Non essendo un’agenzia, non abbiamo chiesto soldi, non ci siamo immischiati in accordi e contratti, abbiamo soltanto messo insieme i pezzi e lasciato che la macchina andasse avanti da sé. È venuto da sé, per richiesta di entrambe le parti, che il romanzo sia rilasciato sotto licenza Creative Commons, e che possa essere pubblicato nella biblioteca copyleft del nostro sito http://www.iquindici.org/download.php: tra poco lo troverete. Anche di questo siamo orgogliosi.


Ma non solo di orgoglio parlavo, anche di gioia pura. La gioia di non essere soli: ci sono, sottoterra, dei canali, un groviglio sotterraneo di lunghe radici, e chi ci entra può seguire le risonanze dei diversi gruppi, camminando per ore appresso a un pensiero che echeggia. Abbiamo trovato WuMing in questo romanzo, e Luther Blissett, e scoperto che l’autore fece parte a suo tempo del Luther Blissett Project. E ci siamo ricordati che questo autore era a sua volta un personaggio di Asce di guerra (dove però è Vasquez con la s). Abbiamo ripensato a Valerio Evangelisti nel primo, leggendario, editoriale della vecchia Carmilla cartacea (“Colonizzare l'immaginario. Sembrava impossibile, eppure basta disporre degli strumenti opportuni. Televisioni, mass-media, una stampa docile, un trend culturale. Finisce che intere generazioni si trovano immerse in un sogno, e lo scambiano per realtà”). Abbiamo ritrovato vecchi amici e intellettuali di riferimento nei nomi dei personaggi di questo romanzo. Forse è un ottimismo gratuito, quello secondo cui basta lasciar circolare le nostre voci e miliardi di persone si mobilitano. Ma non per questo troviamo un finale semplice: lasciateci godere le gioie dell’incontro insperato, nelle profondità di un carcere: siamo perfettamente consapevoli che la battaglia tra la papessa e l’appeso è appena cominciata.

Scopri la nostra 

DISTRIBUZIONE

per Librerie e Biblioteche


CATALOGO e-Book Gilgamesh Edizioni

 

CATALOGO DEGLI e-Book Gilgamesh Edizioni

disponibile per l'acquisto immediato.

 

Questa estate leggi un libro Gilgamesh.

 

Clicca qui.

Editore amico e consigliato

Jooble